DRONI PER SICUREZZA E SOCCORSO

droni uav per videosorveglianza e soccorso aereo per protezione civile e forze dell'ordine

Campi di applicazione dei droni per sicurezza e soccorso

Uso di droni da vigili del fuoco

Sull’utilizzo di APR e il valore aggiunto che i droni professionali possono dare a vigili del fuoco. Utilizzando droni con sensori a infrarossi e sorvolando la zona in fiamme, la squadra può valutare l’entità dell’incendio e lavorare lontano dai rischi. Molti dipartimenti hanno già investito in UAV con telecamere termiche ed ad alta definizione. Il drone per soccorso può volare e librarsi all’altezza di un edificio o ben al di sopra di esso. Le telecamere alloggiate sul drone sono in grado di inviare immagini e video in diretta a lunga distanza alla centrale operativa terra. I droni multirotori possono assistere i vigili del fuoco per valutare con maggiore precisione la stabilità strutturale di un edificio in fiamme.

Applicazioni innovative di droni per soccorso

Gli elicotteri sono costosi e non sono sempre disponibili in tempi stretti, oggi invece ci sono nate tante soluzioni innovative con la crescita del settore dei droni UAV professionali.

Speciali sensori per soccorso come termocamere o telecamere infrarossi permettono di cercare persone scomparse in boschi, in mare o sotto valanghe e portare primi kit di soccorso oltre segnalare le coordinate GPS alla centrale operativa.

I problemi del traffico possono essere agilmente sorvolati da un drone ambulanza, capace di raggiungere un punto programmato dalla mappa con precisione centimetrica. Questi droni per soccorso possono essere guidati a destinazione e attraverso sistemi voce integrati possono fornire indicazioni ad una persona che assiste il paziente. A “bordo” può essere alloggiato un defibrillatore ed una videocamera connessa alla centrale dove il medico fornisce le istruzioni necessarie all’intervento attraverso lo speaker integrato.

I quadricotteri e multirotori professionali possono essere impiegati per video-sorveglianza, operazioni di polizia ,forze dell’ordine e di intelligence per garantire la sicurezza oltre che durante la gestione dei soccorsi in occasione di eventi calamitosi. In tutti questi contesti, i droni APR (Aeromobile a Pilotaggio Remoto), rappresentano un eccezionale strumento di supporto alle decisioni critiche.

Tramite il monitoraggio e la video-sorveglianza aerea da drone è possibile osservare i movimenti di veicoli e di persone e valutare rischi per la comunità o le infrastrutture. Il controllo di questi movimenti avviene in tempo reale grazie a sistemi di trasmissione video hd a lungo raggio che trasmettono immagini live direttamente alla centrale di comando. Questi droni per la videosorveglianza sono inoltre in grado di pattugliare in maniera automatica aree predefinite o linee di confine grazie ai sistemi di controllo GPS ad alta precisione integrati a bordo.

Tutti i nostri droni sono pronti al volo e dotati di sistemi di controllo remoto, trasmissione video wireless a lungo raggio e camera mount stabilizzati (gimbal) universali per videocamere e fotocamere DSLR. Grazie all’elettronica di ultima generazione si guidano come giocattoli, si usano come strumenti professionali semplici da utilizzare, affidabili e performanti.

L’utilizzo di droni in situazioni critiche come calamità naturali, alluvioni, terremoti, incidenti nucleari, ecc. è diventata ormai una costante in tutte queste operazioni. I vantaggi dell’uso dei sistemi APR sono una maggiore rapidità d’intervento, minori rischi per gli operatori ed esperti SAPR e la possibilità di avere un efficace supporto alle decisioni basandosi su immagini dettagliate anche termografiche degli scenari in oggetto di intervento.

Realizziamo droni SAPR professionali su misura con funzioni di autopilota GPS, navigazione automatica per punti (Waypoint), trasmissione video a lungo raggio anche FullHD dotati di termocamere e telecamere HD con zoom ottici fino a 30x in grado di volare anche sotto la pioggia con autonomia di oltre 40 minuti.



DRONI PER SICUREZZA E SOCCORSO ultima modifica: 7 ottobre 2015