[:it]

L’Assicurazione drone è obbligatoria.

Con l’entrata in vigore del Regolamento Droni sancito da Enac sono diventate più rigide le disposizioni dei regolamenti che vogliono impedirne il volo selvaggio. Diventa indispensabile quindi provvedere a stipulare una assicurazione volo drone per una maggiore sicurezza.

Già dallo scorso settembre dalle ultime disposizioni introdotte nel nuovo regolamento Enac, diviene sempre più difficile far volare i propri droni. Per chi non vuole correre alcun rischio sarà meglio mettersi in regola secondo le nuove disposizioni, sia per i voli professionali che per puro hobby.

Il nuovo regolamenti messo a punto dall’Enac, ovvero dall’Ente Nazionale per l’Aviazione civile ha disposto la nuova regolamentazione per tutti i mezzi aeromobili a pilotaggio remoto ovvero gli Apr.

Assicurazione rc drone

Il regolamento distingue due tipologie di velivoli ovvero gli aeromodelli dedicati a scopri ricreativi e sportivi e gli APR ossia, le categorie professionali e lavorative. Diventano quindi severe le disposizioni riguardo il volo di droni .

Il nuovo regolamento prevede che il pilota di droni per utilizzo professionale (non Hobbystico) debba essere non solo maggiorenne, ma dovrà frequentare un corso di addestramento per ottenere il patentino utile a far volare il proprio drone, che necessariamente dovrà essere assicurato.

Stipulare un’assicurazione volo drone sarà indispensabile per far volare il proprio drone senza alcun rischio, polizza assicurativa che varia a seconda della tipologia di drone, in base al modello scelto e al peso dello stesso.

In quanto maggiore è il peso del drone in nostro possesso maggiori potrebbero essere i rischi per una possibile caduta dello stesso, ecco perché differenti risultano le tipologia di assicurazioni drone che possiamo stipulare.

Secondo le nuove disposizioni in vigore da aprile anche per i droni inoffensivi sarà indispensabile stipulare un’assicurazione per volare senza alcun rischio.

A seconda della tipologia di peso del drone cambiano le disposizioni alle quali ogni pilota, sia professionale o meno, dovrà attenersi al regolamento previsto. Per i droni con un peso superiore ai 25 kg l’iter risulta molto più articolato, sia per ottenere la patente che per la stipulazione della polizza assicurativa.

Mentre per tutti i droni che hanno un peso inferiore ai 25 kg l’iter burocratico è meno gravoso, ma nel caso di rilascio del patentino sarà sempre l’Enac a dover riservarsi il diritto di approvazione della richiesta.

Sia i piloti che fanno volare i propri droni per puro divertimento che i professionisti del settore, dovranno cercare di stipulare una polizza di assicurazione volo drone per poter volare con una maggiore consapevolezza.

Dallo scorso 30 aprile è scattato l’obbligo di assicurazione per qualsiasi modello di drone. La polizza di assicurazione per droni riguarda solo le responsabilità civili verso terzi, premio che varia da un minimo di 15 euro fino a un massimo di 3 mila euro, in base alla tipologia di attività svolta e alla zona nella quale si opera.

I droni vengono impiegati sia in ambito televisivo che cinematografico, anche se possono essere utilizzati dall’industria civile per controllare le installazioni di dighe e reti elettriche. Nonostante numerosi siano i fautori dei droni solo per puro hobby.

L’ingente richiesta di assicurazioni ha fatto sì che il mercato assicurativo si adeguasse rispondendo alle numerose richieste di polizze assicurative per droni. Successivamente all’uscita delle nuove disposizioni del regolamento il settore assicurativo italiano sembrava non trovare soluzioni adatte, ma oggi si iniziano a configurare le prime polizze per droni, visto il nuovo mercato che promette grandi soddisfazioni.

[:]